sabato 16 febbraio 2013

Palline di tonno

Palline al Tonno
200 gr di tonno sott'olio sgocciolato
100 gr di ricotta fresca
2 uova sode
sale, pepe
1 cucchiaino di capperi
1 mazzetto di prezzemolo
spezie a piacere

Sgocciolate il tonno e versatelo in una terrina. Tritatelo aiutandovi con un mestolo. Aggiungete la ricotta e mescolate bene. Regolate di sale e pepe. Unite le uova sode finemente tritate, i capperi anch'essi tritati e mischiate ancora fino ad ottenere un composto omogeneo. Con le mani bagnate fate delle piccole palline e passatele a piacere sul prezzemolo tritato e/o altre spezie a vostro gusto. Lasciate riposare in frigo per almeno due ore e servite a temperatura ambiente.

Palline al Tonno



Queste palline sono anche un ottimo secondo piatto. Per la copertura io ho scelto: prezzemolo, paprika dolce e maggiorana ed il resto le ho servite al naturale. Quando sarà stagione, saranno ottime ricoperte da un trito di basilico!

9 commenti:

  1. cara Giorgia, mi sembra una giusta riflessione, a volte vorremmo proteggere i nostri figli dagli errori ma in effetti solo sbagliando si cresce e si impara la vita, e questo in effetti vale anche per i grandi!! un abbraccio

    RispondiElimina
  2. nn sono sicura sull'abbinamento tonno paprica....ma proverò!!! Hai ragione se nn si prova non si potrà mai sapere ;) baci e buona serata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti confido che anche io dubitavo della paprika, infatti mi sono limitata nell'uso. In realtà sin sono rivelate le palline più gustose. Credo che l'importante sia non eccedere e forse preferire quella dolce a quella forte. Prova e fammi sapere!

      Elimina
  3. Buoneeee queste polpettine servite cosi fredde senza cottura mi hanno intrigata davvero....poi la paprika io la adoro! Cmq concordo con il fatto che nella vita bisogna provare, sperimentare ed in cucina bisogna saper rischiare per creare qualcosa di nuovo...... Per i bambini io credo che ogni tanto i genitori siano iperprotettivi e che dovrebbero lasciare che i propri figli imparino anche a sbagliare ma mi rendo conto che fare i genitori non è facile.
    Baci
    Coscina di pollo

    RispondiElimina
  4. L'istinto di protezione è radicato nell'essere umano, sviluppatosi in ambienti tutt'altro che ospitali. Ma ora dovremmo imparare a riflettere sull'"esempio adulto" che offriamo ai piccoli e calibrare di conseguenza le nostre azioni. Non è facile, ma provare fa crescere, anche noi!

    RispondiElimina
  5. Buongiornooo c'è un altro regalino per te nel mio blog^_^

    http://incucinaconombretta.blogspot.it/2013/02/3-premio-per-il-mio-blog.html

    RispondiElimina
  6. Come ti capisco!!
    Le stesse emozioni le provo quando anch'io provo a sperimentare qualcosa di nuovo in cucina ...... sopratutto se esperimento per il mio topino!!
    Mi unisco al tuo blog e, se ti va, puoi passare da me per un saluto.
    Un abbraccio
    Sabrina
    www.delizieeconfidenze.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che sperimentare sia proprio l'aspetto più affascinante della cucina. Grazie per aver scelto di seguirmi! A presto

      Elimina

Lasciami un commento